La Casa degli Amorini Dorati, la struttura più bella degli Scavi di Pompei


Scritto il 29/06/2017


La Casa degli Amorini Dorati, la struttura più bella degli Scavi di Pompei

Immersa nella splendida cornice degli Scavi di Pompei, troviamo la Casa degli Amorini Dorati. La struttura prende il nome ad un ornamento ritrovato al suo interno che presentava degli amorini su laminette d’oro. La casa era una delle più belle di Pompei, non per le dimensioni ma per le decorazioni e gli affreschi. Dalle iscrizioni ritrovate, abbiamo compreso che la casa doveva appartenere alla gens Poppeae, ossia una famiglia molto importante e ricca di Pompei, che pare possa essere imparentata con l’imperatore di Nerone tramite Poppea.

Le due stanze ai lati dell’ingresso hanno conservato la decorazione in primo stile ed erano probabilmente destinati ad accogliere la servitù. L’atrio è stato trasformato in un ingesso ed è molto luminoso, in quanto dal peristilio entra una grossa quantità di luce. Il tablino, invece, preserva in maniera pressoché perfetta il mosaico originale e le pitture delle pareti, tra le quali ricordiamo l’incontro tra Paride ed Elena.

Il peristilio presenta un pavimento in coccio con elementi in marmo sia bianco che colorato. Esso rappresenta il punto d’accesso al salone, presentando un rosone in mezzo al mosaico del pavimento. Magnifica la pittura delle pareti, in cui notiamo Achille tra Patroclo e BriseideTetide che visita l’officina del dio Vulcano per cercare le armi per Achille e la fuga di Giasone e Medea. Da questa stanza era possibile ammirare la meravigliosa vista sul giardino che doveva essere molto curato. Sulla sinistra del giardino è possibile accedere allo spazio dedicato al sacello dedicato a tre divinità egizie: IsideArpocrate e Serapide affiancate dal dio Anubi. Sono stati ritrovati anche altri oggetti propri del culto di Iside sono sparsi nelle altre decorazioni.

Sul lato opposto c’è un corridoio forse utilizzato come un museo, in cui spicca una statua di Venere, che conduceva ad una stanza con decorazione gialla a tinta unita. Per quanto riguarda il cubicolo più appartato gli studiosi hanno voluto attribuirgli un ambiente dedicato esclusivamente alle donne, ciò si è evinto dalle decorazioni e dalla vicinanza del piccolo orto lontano da occhi indiscreti. La stanza è bellissima e finemente decorata. L’altro cubicolo, invece, è quasi interamente dedicato al tema amoroso.

Il luogo è davvero suggestivo, per non parlare degli affreschi meravigliosi che vanta la casa. Insomma vale proprio la pena visitarlo!



ULTIMI ARTICOLI

Se siete in visita nei pressi del comune di Pompei , nella splendida atmosfera degli Scavi di Pompei , tra le ville e gli edifici riemersi dal p...

Gli scavi di Pompei rappresentano una grande testimonianza del nostro patrimonio archeologico, nonché uno dei siti più visitati in...

Se siete a Pompei e d’obbligo far visita agli Scavi di Oplontis , il nome antico di Torre Annunziata . In realtà la cittadina cos...

Gli scavi di Pompei non sono l’unico sito archeologico in zona, infatti, proprio a pochi km dalla città, sorgono gli Scavi di Erco...

Napoli è una delle città più belle del mondo, ricca di storia e tradizioni.  Di seguito scopriremo cosa visitare a Nap...

Napoli è una delle città più belle del mondo e racchiude nel suo golfo tre splendide isole: Capri, Ischia e Procida. Di seg...

Sorrento è una delle città più caratteristiche della costa Campana, un posto dove potrai godere di fantastici paesaggi e di p...

Il Vesuvio è un vulcano di forma conica ed è circondato dal Monte Somma . Il vulcano ha un’altezza si 1.281 mt e presenta u...

Telefono

CHIAMACI

Parla con la ns. reception tutti i giorni,
+39 081 856 7494
Email

INVIACI UN EMAIL

per qualsiasi informazione invia una e-mail:
info@hotelsantacaterinapompei.it
VIENI A TROVARCI

VIENI A TROVARCI

visita la nostra struttura,
prenota un appuntamento
NEWSLETTER

iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su tutti gli eventi della città