6 cose da vedere a Sorrento


Scritto il 18/06/2017


6 cose da vedere a Sorrento

Sorrento è una delle città più caratteristiche della costa Campana, un posto dove potrai godere di fantastici paesaggi e di posti colmi di storia. Di seguito vi illustreremo cosa vedere a Sorrento e quali sono i posti più gettonati della penisola sorrentina, il tutto attraverso una top six dei luoghi più inn. Siete pronti? Cominciamo!

1.Il Vallone dei Mulini ha avuto origine in seguito all' eruzione dei Campi Flegrei, creando una vera e propria fenditura nella roccia. Il luogo deve il suo nome alla presenza di un mulino, di cui è possibili vederne i ruderi, e si estende da piazza Tasso alla Porta degli Anastasi. Ciò che vediamo attualmente è solo una parte della fenditura, che piamo conteneva lavatori e segherie, ma in seguito alla costruzione di piazza Tasso, nel 1866, parte della vallata è stata chiusa e l'area del mare isolata. Ciò rese il clima invivibile, ma favorì lo sviluppo di flora erbacea e arborea.

2.Marina Grande è una delle spiagge più importanti della costiera sorrentina e racchiude un pittoresco borgo marinaro che presenta una stradina a gradoni di pietra, andando oltre l’antica Porta greca, Marina Grande preserva il fascino del villaggio di pescatori che fu un tempo con le sue case colorate, le barche e le reti tirate sulla riva. Il borgo è noto anche grazie al celeberrimo film di Vittorio De Sica e Sofia Loren “Pane, Amore, e …”, e vanta caratteristici localini, ristoranti e stabilimenti balneari.

3. Chiesa di San Francesco d’Assisi-Il complesso sorge a pochi metri dalla Villa Comunale e include il complesso conventuale di formato dalla chiesa, dal chiostro e dal monastero. Nel XIV secolo i frati francescani fecero edificare una chiesa che in seguito fu rimodernata in stile barocco. La chiesa fu completamente ristrutturata agli inizi del XVIII secolo, conservando l’architettura del periodo tranne che per la facciata in marmo bianco risalente al 1926, e della porta intarsiata del Cinquecento. L’interno presenta un’unica navata con ricche decorazioni in stucco, vantando una statua lignea seicentesca di San Francesco e, sull’altare maggiore, la tela con San Francesco che riceve le stimmate di Antonio Gamba, allievo del Solimena. Vicino alla chiesa c’è il monastero benedettino fondato nel VII secolo e successivamente ceduto ai frati del convento che nel XIV ancora oggi ne abitano una parte. Degno di nota è il chiostrino trecentesco con la sua struttura ad archi, fusione armoniosa di stili diversi dovuta ai restauri delle varie epoche, con pittoresca collocazione di piante e fiori. Il chiostro, oltre per il fattore storico, è noto anche perché ospita mostre ed eventi artistici.

4. Piazza Tasso è la piazza principale di Sorrento, il fulcro della vita della città, e tappa fondamentale per i turisti. Originariamente la piazza era chiamata Largo del Castello poiché vi era appunto un castello fatto costruire da Ferdinando d’Aragona nel XV secolo. Successivamente ci fu una vera e propria trasformazione urbanistica, durante la quale ci fu la scomparsa del castello, dell’antica cinta muraria cinquecentesca e dell’antica Porta del Piano, così la piazza assunse il suo aspetto attuale e fu Intitolata al più illustre cittadino di Sorrento, Torquato Tasso, al quale è stato dedicato anche un monumento, ad opera dello scultore Gennaro Calì. La piazza è ornata dalla statua di Sant’Antonino Abate, patrono della città e tra gli edifici storici spiccano la casa Correale con un bel cortile maiolicato, la chiesa di Santa Maria del Carmine con la sua ricca facciata barocca e il Grand Hotel Vittoria, noto per aver ospitato nel 1921 il grande Enrico Caruso.

5. La chiesa di Sant’Antonino è dedicata al patrono di Sorrento e della penisola. Il Santo protegge la città da calamità ed epidemie. Spesso gli sono stati attribuiti numerosi miracoli e gli è stata dedicata la basilica in piazza.

Costruita probabilmente intorno all’anno Mille sull’oratorio presso il sepolcro del Santo, nei secoli successivi la chiesa fu oggetto di restauri e rimaneggiamenti che concorsero a conferirle l’attuale veste barocca.La chiesa presenta le navate laterali si scende nella Cripta con volta poggiante su otto colonne di spoglio.

6. Museo Correale è stata definito come “Il più bel Museo di provincia d’Italia”, grazie alla sua interessante raccolta di arti minori del ‘600 e ‘700.Il Museo è situato in quella che fu la residenza dei Correale, conti di Terranova, e fu inaugurato nel 1924. Il Museo è formato da 24 sale in cui sono esposti reperti greci, romani e medioevali, arredi del XVII e XVIII secolo, porcellane e maioliche di Capodimonte e di altre manifatture, vetri veneziani, cristalli di Boemia, un gruppo di pastori napoletani del ‘700, orologi.

Degni di nota sono la collezione di mobili e oggetti dell’artigianato locale della tarsia, il nucleo dei dipinti napoletani e stranieri e quelli dei paesaggisti della cosiddetta “Scuola di Posillipo” alcune edizioni delle opere di Torquato Tasso. Tappa fondamentale è il bel giardino che circonda il palazzo e la terrazza- belvedere a picco sul golfo di Napoli.



ULTIMI ARTICOLI

Se siete in visita nei pressi del comune di Pompei , nella splendida atmosfera degli Scavi di Pompei , tra le ville e gli edifici riemersi dal p...

Immersa nella splendida cornice degli Scavi di Pompei, troviamo la Casa degli Amorini Dorati. La struttura prende il nome ad un ornamento ritrovat...

Gli scavi di Pompei rappresentano una grande testimonianza del nostro patrimonio archeologico, nonché uno dei siti più visitati in...

Se siete a Pompei e d’obbligo far visita agli Scavi di Oplontis , il nome antico di Torre Annunziata . In realtà la cittadina cos...

Gli scavi di Pompei non sono l’unico sito archeologico in zona, infatti, proprio a pochi km dalla città, sorgono gli Scavi di Erco...

Napoli è una delle città più belle del mondo, ricca di storia e tradizioni.  Di seguito scopriremo cosa visitare a Nap...

Napoli è una delle città più belle del mondo e racchiude nel suo golfo tre splendide isole: Capri, Ischia e Procida. Di seg...

Il Vesuvio è un vulcano di forma conica ed è circondato dal Monte Somma . Il vulcano ha un’altezza si 1.281 mt e presenta u...

Telefono

CHIAMACI

Parla con la ns. reception tutti i giorni,
+39 081 856 7494
Email

INVIACI UN EMAIL

per qualsiasi informazione invia una e-mail:
info@hotelsantacaterinapompei.it
VIENI A TROVARCI

VIENI A TROVARCI

visita la nostra struttura,
prenota un appuntamento
NEWSLETTER

iscriviti alla newsletter per restare sempre aggiornato su tutti gli eventi della città